Covid, la Danimarca apre tutto: primo paese UE ad abolire tutte le restrizioni

Una notizia di quelle che fanno ben sperare e che di certo fanno riassaporare la normalità vera: la Danimarca è il primo paese in Europa che abolisce ufficialmente tutte le restrizioni legate al Covid-19.

Proprio così, dopo 548 giorni la Danimarca ha deciso di eliminare l’utilizzo delle restrizioni che tutti gli altri paesi dell’Unione Europea stanno continuando ad adottare. Inoltre anche il Green pass non sarà chiesto, tutto in relazione all’altissimo numero di adesioni alla campagna vaccinale che corrisponde oltre l’80% delle persone oltre i 12 anni di età ad aver ricevuto due dosi del vaccino.

 

Danimarca: addio alle restrizioni grazie ai tanti vaccini

Queste le parole di Soeren Riis Paludan, professore di virologia all’Università danese di Aarhus.

Non direi che è troppo presto. Abbiamo aperto la porta, ma possiamo chiuderla, se necessario. Da mezzanotte, Copenhagen ritiene che il Covid-19 non sia più una “malattia socialmente critica“.

Già durante lo scorso mese di agosto il ministro della sanità danese aveva espresso il suo parere in merito ai dati che parlavano di epidemia sotto controllo. Lo stesso ministro aveva però precisato che la Danimarca non era fuori dall’incubo. In termini di abolizione delle restrizioni, la Danimarca era stata però già apripista sotto certi punti di vista, dal momento che era stato imposto il Green pass per l’ingresso in vari luoghi chiusi prima di tutte le altre nazioni. In poche parole è come se la nazione si fosse portata avanti con il lavoro raggiungendo poi gli obiettivi prefissati. Resta ancora vivo all’obbligo di indossare la mascherina negli aeroporti e negli ospedali.