green-pass-tanto-odiato-ha-fatto-incassare-ai-ristoratori-16-miliardi

Nonostante le innumerevoli polemiche sull’obbligatorietà dei vaccini, la situazione che si prospetta, in quanto a contagi, non promette bene. Si parla di una nuova ondata prevista con inizio a ottobre per proseguire fino a dopo dicembre. Unico strumento di difesa la vaccinazione di massa fino a portare i vaccinati da poco più del 60% all’80% della popolazione. Inoltre, il tanto odiato Green Pass si è rivelato strumento indispensabile che, in tempo di Covid-19, ha fatto incassare ai ristoratori 1,6 miliardi.

 

Green Pass: in Puglia ha prodotto risultati da record

Occorre dirlo, quando qualcosa di scomodo porta buoni frutti sono pochi coloro che si prendono la briga di dimostrarne l’utilità. In Puglia, proprio grazie al Green Pass, ristoranti e pizzerie hanno segnato incassi da record negli ultimi tre mesi.

A rivelare la notizia è Coldiretti che ha stimato un fatturato per la ristorazione pugliese di circa 1,6 miliardi di euro. Ad aiutare in questo senso proprio il tanto odiato Green Pass che ha permesso a molti di tenere aperte le sale e fornire i servizi a chi aveva il certificato verde.

Una soluzione che però pochi hanno apprezzato, ma chiaro mezzo di incassi per ristoranti e pizzerie pugliesi e non solo. La stagione non è finita e in Puglia sono previsti 30mila arrivi solo tra coloro che hanno optato per la soluzione in Agriturismo. Un dato incoraggiante che sottolinea come queste opzioni, con o senza Green Pass, possano essere nuova linfa in tempi di Covid-19.

A confermarlo la voce di Filippo de Miccolis, presidente di Terranostra Puglia, l’associazione agrituristica di Coldiretti. Ecco cosa ha dichiarato qualche giorno fa:

L’agriturismo svolge un ruolo centrale per la vacanza Made in Italy perché contribuisce in modo determinante al turismo di prossimità nelle campagne per garantire il rispetto delle distanze sociali ed evitare l’affollamento. Gli agriturismi spesso situati in zone isolate in strutture familiari, dove le distanze si misurano in ettari, con un numero contenuto di posti letto e a tavola e con ampi spazi all’aperto, sono forse i luoghi più sicuri dove è più facile garantire il rispetto delle misure di sicurezza per difendersi dal contagio fuori dalle mura domestiche“.

Viva il Green Pass e avanti con il vaccino per difenderci dal Covid-19 e dalla nuova ondata di contagi prevista per ottobre.

FONTEQuotidiano di Puglia