pfizer-astrazeneca-seconda-dose-pericolo

Nelle ultime ore sono arrivati importanti aggiornamenti sul vaccino Pfizer e sul futuro andamento della campagna vaccinale in Italia. Con la percentuale di cittadini immunizzati oramai prossima all’80%, si guarda già all’imminente futuro con le possibili ulteriori somministrazioni del farmaco anti Covid.

 

Pfizer, da Settembre la terza dose ai cittadini fragili

Il Ministero della Salute attraverso la voce del Ministro, Roberto Speranza, ha ufficializzato la partenza di un ulteriore campagna di immunizzazione. La terza dose del vaccino Pfizer diventa una realtà anche in Italia e già dal mese di Settembre.

Già entro la fine di questo mese, infatti, per tanti cittadini arriverà la terza dose di Pfizer. Allo stato attuale, l’ulteriore somministrazione del vaccino riguarderà soltanto i cittadini fragili, ossia coloro che hanno malattie pregresse, gli immunodepressi o coloro che hanno patologie congenite.

Successivamente, anche se in questo caso ancora non vi sono notizie ufficiali da parte degli organi sanitari, la terza dose di Pfizer potrebbe arrivare anche anche agli anziani. 

L’obiettivo è quello di proteggere le persone più esposte ad un potenziale rischio di malattia grave da Covid. Le ultime evidenze scientifiche, infatti, evidenziano un calo della protezione del virus a circa sei mesi di distanza dall’ultima somministrazione.

Non solo in Italia è prevista la terza dose di Pfizer. Anche altre nazioni come Israele, Regno Unito, Stati Uniti, Francia e Germania hanno previsto un’ulteriore somministrazione per determinate categorie di cittadini. Allo stato attuale è esclusa la terza dose per la totalità della popolazione, anche se ulteriori valutazione saranno fatte nei prossimi mesi anche sulla base delle rilevazioni numeriche sui contagi.