AmazonL’indiscussa premiership del mercato online spetta ad Amazon ma per quanto riguarda il settore abbigliamento niente e nessuno eguaglia le condizioni imposte da Zalando, che da questo momento in poi avrà una grossa gatta da pelare anche in Italia dopo l’arrivo di Prime Wardrobe.

Come il nome stesso suggerisce si tratta di un servizio aggiuntivo proposto dal colosso di Seattle nel segmento del vestiario. Vuoi sentirti ed essere alla moda? Non c’è modo migliore se non scoprire cosa ci riserva il genio di Jeff Bezos. Ecco che cosa si è appena inventato.

 

Amazon Prime Wardrobe sbarca in Italia con tonnellate di vestiti all’ultimo grido

Volendo tagliare corso diciamo che il servizio concesso dal fornitore si traduce in “prima provi e poi paghi“. Sulla base di questa semplice regola l’utente potrà quindi provare i vestiti senza sborsare un solo centesimo alla società prima di aver maturato la propria scelta ed aver verificato la corrispondenza delle taglie. Funzionamento simile rispetto a quanto proposto dal concorrente Zalando ma senza il peso del pagamento anticipato. Zero spese.

Di fatto, in Italia, hanno iniziato a prosperare gli inviti privati per gli utenti iscritti, dove si può leggere che:

“In qualità di membro Prime selezionato, ora hai l’esclusiva opportunità di testare un nuovo servizio”.

Chiaramente in versione Beta si propone quale nuova porta di accesso per l’e-commerce del settore abbigliamento a distanza in vista di una sua più ampia espansione. Nella mail Amazon viene spiegato che l’eventuale restituzione può essere attuata riutilizzando l’imballo originale apponendo l’etichetta di reso prepagata inclusa in confezione. Ricapitolando, potremo:

  • Selezionare fino a 6 articoli di moda
  • Provarli a casa per 7 giorni
  • Effettuare il checkout online
  • Restituire gli articoli che non si intende tenere.