Videogame: strano ma vero, giocare a Fifa e a Warzone fa dimagrire

Momento momento momento. Sì, giocare con i videogame fa dimagrire, ma mettiamo subito le cose in chiaro: nulla può sostituire una sana dose di sport, terapeutica anche a livello morale. Detto questo, la piattaforma di analisi del gaming che consente di vincere premi e denaro (gli eSport) Stakester ha dimostrato, tramite uno studio accurato, che i vantaggi riguardano anche il corpo (oltre alle capacità visuo-spaziali e del problem solving).

Videogame: quanto si brucia giocando?

Secondo lo studio, due ore di gioco bruciano ben 420 calorie per gli uomini e 470 per le donne, più o meno quanto 1000 addominali, per intenderci. Nello specifico i ricercatori hanno controllato frequenza cardiaca e consumo di calorie di un campione misto di 50 gamer durante sessioni di gioco da due ore. I videogame scelti sono FIFA e Warzone. Tom Fairey, CEO e fondatore della piattaforma eSportiva, ha dichiarato: «Sappiamo tutti che la competizione aumenta la nostra frequenza cardiaca e la maggior parte di noi ha sperimentato il sudore di gioco, che si presenta quando si cerca un gol dell’ultimo minuto in FIFA o si affronta una situazione molto tesa in Warzone. Non è una sorpresa che questo bruci calorie, ma siamo sorpresi di vedere quante ne vengono bruciate durante una sessione di due ore».

Anche la Queensland University of Technology (QUT) ha affrontato l’argomento. Lo studio condotto prende a campione 1400 giocatori di 65 diversi Paesi. Gli scienziati australiani hanno rivelato che coloro che giocano con i videogame hanno il 21% di possibilità in più rispetto ai non-giocatori di avere un peso corporeo più sano in rapporto alla popolazione media. Michael Trotter, ricercatore in materia di eSport della QUT ha detto: «Sono molto fiero dei nostri risultati perché sfidano lo stereotipo, francamente antiquato, del videogiocatore patologicamente obeso e sedentario».