blank

Microsoft nelle scorse settimane ci ha presentato quello che andrà ad essere, per molti anni, la sua punta di diamante, stiamo parlando ovviamente di Windows 11, il nuovo sistema operativo che prenderà la grandissima eredità che Windows 10 gli lascerà in eredità, un ruolo magnifico ma anche di grande responsabilità.

A breve Microsoft prenderà dunque nuovamente i riflettori, l’azienda di Redmond infatti rilascerà il sistema operativo il 5 Ottobre, una data storica che però porterà con se non pochi dissidi, la fetta di utenti che verrà esclusa dal supporto ufficiale di questa release, sebbene la lista di CPU compatibili sia stata estesa, è davvero enorme, cosa che ha generato un malcontento davvero senza precedenti.

Si tratta della prima volta nella storia dell’informatica in cui una parte di utenti non potrà fruire di un prodotto per una carenza in sicurezza piuttosto che di prestazioni.

 

Il 5 Ottobre Windows 11 ma non ancora completo

Tornando sul lancio del famosissimo OS, Microsoft ha finito di testare il sistema sulle CPU rimaste e ha dunque deciso la data, il 5 Ottobre inizierà il rilascio ufficiale, il quale avverrà però a più riprese, non tutti riceveranno la notifica dell’Update, esso arriverà pian piano per tutti ma non in un colpo solo.

Per quanto riguarda il sistema poi, esso non avrà tutte le funzioni disponibili fin da subito, il supporto alle app Android ad esempio arriverà solo nel 2022, quando Microsoft sarà certa che l’OS sarà arrivato a tutti coloro idonei, solo in tal momento inizierà la fase di test con gli insider e solo una volta conclusasi inizierà il rilascio dell’aggiornamento con la funzionalità tanto attesa.