Postepay e i rischi delle truffe phishing: così svuotano i conti in 5 minuti

Postepay è la carta di credito ricaricabile più utilizzata ed anche più apprezzata dagli italiani. Nel corso di questi ultimi anni, Poste Italiane ha sviluppato questo suo strumento di pagamento, rendendo le operazioni di pagamento sicure e trasparenti sia per gli acquisti online che per gli acquisti in presenza.

Al netto della sicurezza garantita da Poste Italiane, molti malintenzionati sfruttano la Postepay per mettere in atto i loro tentativi di phishing con mail fasulle e SMS.

 

Postepay, mail fasulle e SMS falsi: occhio ai risparmi

Anche nel corso di queste ultime settimane molti utenti di Postepay hanno ricevuto una serie di SMS mail spam. Come al solito, il contenuto di queste finte comunicazioni è di grande impatto. Ora con la fake news della chiusura del conto ora con fasulle spese legate alla carta, i lettori vengono spinti a cliccare su un apposito link.

Gli utenti Postepay che cliccano sul link si espongono ad una serie di rischi e pericoli. L’obiettivo principale dei malintenzionati della rete è rubare i dati personali dei lettori in maniera rapida ed istantanea. In alcune occasioni, il pericolo potrebbe essere massimo. Se in possesso delle credenziali di home banking, i malintenzionati potrebbero anche mettere le mani sui risparmi delle potenziali vittime.

La protezione degli utenti spetta ad ogni singolo titolare di carta Postepay. In presenza delle mail, gli utenti devono prestare attenzione al dominio. Se questo è speculare a quello Poste Italiane, la mail sarà attendibile. Con gli SMS, invece, ci si può affidare ai canali assistenza ufficiali di Postepay.