airbnb

Le truffe sono una realtà da affrontare nel mondo di Airbnb. Milioni di persone usano questa piattaforma ogni giorno per prenotare le proprie vacanze.

Da quando è stato lanciato nell’agosto 2008, Airbnb ha creato una piattaforma affidabile e di facile utilizzo che mette in contatto i viaggiatori con affitti convenienti, accoglienti e spesso belli. Attualmente, il sito ha più di tre milioni di annunci in oltre 191 paesi e 65.000 città.

Ma naturalmente, come con qualsiasi sito su internet, alcuni degli oltre 150 milioni di ospiti dell’azienda sono stati truffati.

Ecco la buona notizia: seguendo queste cinque regole d’oro, alcune delle quali consigliate dallo stesso Airbnb, puoi evitare di cadere vittima di una truffa che ti costerà migliaia e ti lascerà bloccato durante la tua prossima vacanza.

Le truffe online a volte sono fatte in modo così professionale che non ti rendi conto di essere stato truffato finché non è troppo tardi.

Come riconoscere le truffe

Gli schemi sono sempre gli stessi: i criminali informatici inviano e-mail che ti inducono a fare click su link con l’inganno, nel tentativo di scoprire informazioni personali o farsi inviare denaro, di solito questa procedura è accompagnata anche dalla presenza di un software dannoso che viene installato sul pc della vittima all’insaputa.

Per evitare tali truffe, ricontrolla sempre l’URL quando utilizzi la piattaforma di Airbnb. L’URL reale di Airbnb inizierà sempre con “https“. (In parole povere, “https” significa che tutte le informazioni personali rivelate saranno al sicuro poiché i dati del sito sono crittografati.) Per fare un confronto, il sito fasullo utilizzato da un cliente truffato era simile a questo: “www.airbnb.itinerary-booking.com“.

Dovresti anche fare attenzione alle funzionalità che il vero sito di Airbnb non ha, come l’assistenza tramite chat dal vivo.

Airbnb vieta agli host di chiederti di pagarli utilizzando qualcosa di diverso dalla pagina di pagamento integrata del sito. Quindi, non importa quanto legittimo o affidabile possa sembrare un potenziale proprietario, se ti chiedono di trasferire denaro al di fuori della piattaforma Airbnb, molto probabilmente verrai truffato. Lo stesso vale per gli host che ti chiedono di utilizzare un servizio di trasferimento di denaro come Western Union.