WhatsApp: con un sistema semplice potete recuperare i messaggi cancellati

Da più di un anno a questa parte WhatsApp rappresenta certamente un luogo dove le informazioni sul Covid sono spesso fuorvianti e non filtrate. Molti malintenzionati hanno utilizzato il binomio chat/virus per mettere in scena i loro tentativi di truffa.

 

WhatsApp e il Green Pass: la nuova truffa della chat

Nel corso di tutta la stagione pandemica, le fake news su WhatsApp non si sono contate. Si è partiti lo scorso anno con le notizie fasulle sul contagio e sulle sintomatologie, per arrivare in questa prima parte dell’anno alle fake news sui vaccini. Ora è il momento di un altro fronte caldo, quello del Green Pass. 

Si moltiplicano di giorno in giorno su WhatsApp le chat di malintenzionati vari che garantiscono l’accesso al Green Pass senza effettuare il vaccino o senza ricevere esito negativo di un tampone negli ultimi due giorni. Tutte queste chat rappresentano ovviamente delle truffe, ideate per colpire i lettori più scettici sui vaccini.

Tutti i messaggi che garantiscono accesso privilegiato al Green pass, sono corredate da un link in allegato al messaggio. L’obiettivo dei cybercriminali è quello di spingere le vittime a cliccare su questi link per poi rubare loro i principali dati personali. 

Tante persone, a tal proposito, si sono viste attivare servizi a pagamento sui propri piani tariffari ed in alcune circostanze anche i risparmi delle vittime sono a rischio.

Anche in questo caso è bene seguire la regola principale di WhatsApp: cancellare tutto il contenuto senza alcun indugio, in caso di messaggi poco chiari. Per il Green Pass, poi, le uniche fonti realmente certe per le informazioni sono quelle istituzionali.