Scienza: siamo sicuri che sono i soldi a renderci felici? La scienza rivela la verità

Molte volte si sente parlare di detti che correlano i soldi alla felicità, ma cosa cosa c’è di vero in questo detto, scientificamente parlando? Qualcuno (per intenderci, i sognatori, i romantici, gli irrazionali) dice che i soldi contano ben poco quando si parla di essere felici. Altri, come addirittura gli scienziati, la vedono in maniera diversa.

Insomma, da un semplice detto ne è divenuto uno studio scientifico, nel vero senso della parola. Nel 2021 Matthew Killingsworth dell‘Università della Pennsylvania suggerisce che più soldi abbiamo, più siamo felici (e su questo non ci piove).

Scienza: parola agli scienziati

Uno studio degno di nota (pubblicato su Psychology Today) sottolinea invece che i figli di genitori benestanti sono più suscettibili alla depressione, ansia, disturbi alimentari tanto da abusare di psicofarmaci e simili in futuro. Ha inoltre scoperto che man mano che diventiamo ricchi, potremmo andare incontro ad una mancanza di empatia, poiché la ricchezza offre un senso di libertà e più siamo ricchi, meno ci preoccupiamo dei problemi e dei sentimenti degli altri.

A proposito di cinismo, quanti soldi servono per essere felici? Uno studio del 2020 stilato analizzando i dati dell’Office for National Statistics e dell’Happy Planet Index sostiene che una persona media per vivere una vita felice abbia bisogno di circa 40 mila euro.

Per quanto i soldi influiscano sulla felicità, non sono l’unico elemento importante per essere felici. Matthew Killingsworth dichiara: “Le persone probabilmente sovrastimano il ruolo del denaro quando pensano a come sta andando la loro vita. Si tratta di un elemento che potrebbe contare in un modo che finora non avevamo pienamente realizzato, ma è solo uno dei tanti che le persone possono controllare“.