alieniI piani della Cina per il futuro nello spazio includono una base su Marte, lo sviluppo planetario con “città aliene” e il trasporto di merci. In poche parole: una vera e propria colonizzazione.

La prima fase prevede il lancio di strumenti su misura per prelevare campioni su Marte, spiega Wang Xiaojun, CEO della China Academy of Launch Vehicle Technology (CALT). Successivamente ci sarà una missione con equipaggio per sviluppare la base, mentre la terza fase prevede il trasporto delle flotte di merci dalla Terra per costruire una comunità. Le varie fasi avranno luogo dal 2023 al 2043.

È in fase di sviluppo anche un potenziale quarto stadio, una “scala dal cielo” che potrebbe ridurre i costi e il tempo speso per viaggiare su Marte. I progetti teorici, sviluppati per lo più al computer, prevedono una capsula spaziale che viaggia lungo una “scala” fatta di nanotubi di carbonio per raggiungere una stazione spaziale. In seguito, la capsula sarebbe rilanciata dalla stazione su Marte.

Cina nello spazio: i progetti ambiziosi per colonizzarlo

La nozione di “scala celeste” o corrispondente ascensore spaziale è stata presa in considerazione dagli esseri umani sin dal 1895, dal pioniere spaziale russo Konstantin Tsiolkovsky. Qualsiasi ascensore di questo tipo dovrebbe essere in orbita geostazionaria, quindi seguendo un movimento in concomitanza con il pianeta. Sfortunatamente, un cavo che sia abbastanza lungo e abbastanza forte da mantenere la sua integrità deve ancora essere inventato. Una volta superato questo problema, tuttavia, è probabile che il costo del viaggio nello spazio diminuirà di oltre il 99%, con attrezzature e personale che viaggiano in modo relativamente semplice tra i pianeti.

Puntando oltre Marte, la Cina ha progetti per esplorare gli asteroidi, oltre a inviare navicelle su Giove per ulteriori studi. Una missione campione su Marte e una missione esplorativa su Giove potrebbero esserci già nel 2030. Negli Stati Uniti, la Nasa e SpaceX stanno a loro volta costruendo navicelle per le missioni su Marte. Questo mese, la Nasa ha finalmente assemblato il suo primo Space Launch System (SLS). Trattasi di un enorme razzo che porterà ancora una volta gli esseri umani sulla Luna, oltre a missioni senza equipaggio su Marte e Giove. SpaceX di Elon Musk, nel frattempo, sta portando avanti il ​​prototipo della SN16.