pfizer-infermiere-muore-dopo-aver-ricevuto-la-doppia-dose

Uno scenario inaspettato che ha lasciato tutti a bocca aperta quello raccontato in questi giorni. Purtroppo è arrivata la conferma di questa triste notizia. Un infermiere di 63 anni è morto dopo aver ricevuto la doppia dose del vaccino Pfizer. L’evento è successo mentre era in vacanza in Sardegna con tutta la sua famiglia. Scopriamo insieme tutti i dettagli di questa vicenda che sta preoccupando molti in merito a vaccini, Covid-19 e Variante Delta.

 

Pfizer: un caso rarissimo che stavolta è capitato a un infermiere di 63 anni

Lo hanno definito “un caso sfortunato“. Sono queste le parole di medici ed esperti che si sono occupati della triste vicenda dell’infermiere che è morto dopo aver contratto il Covid-19. Nonostante la doppia dose di Pfizer, il virus ha messo fine alla sua vita. Ovviamente, come è normale che sia, la vicenda ha destato preoccupazione in molti che ora si chiedono quanto siano efficaci i vaccini contro le varianti in Italia.

Ha risposto a questa domanda il dottor Giuseppe Fiorentino, primario di Pneumologia dell’ospedale Monaldi, che in merito a Pfizer e agli altri vaccini ha rassicurato:

Non è l’unico caso di paziente vaccinato che si contagia ma i decessi sono effettivamente rarissimi. Solitamente nei rari casi di infezione emergono sintomi che si fermano alle alte vie respiratorie. Gabriele Napolitano appartiene alla variabile statistica che ci dice che la protezione del vaccino, dalle infezioni severe e a volte letali, non è del 100 per cento ma del 97-98 per cento, con un calo progressivo della protezione dal sesto mese“.

 

Il vaccino Comirnaty è sicuro: arriva l’ok definitivo della Fda

Al di là di questa vicenda, la sorte vuole che, a riconferma della sicurezza del vaccino Pfizer, è arrivato anche l’ok definitivo dalla Food and Drug Administration. L’ente governativo statunitense, che si occupa della regolamentazione di farmaci e alimenti, le ha dato l’approvazione completa e definitiva.

Il vaccino Pfizer potrà quindi essere commercializzato con il marchio Comirnaty e, come pubblicato su Asa.it, “è il primo a ricevere l’approvazione completa, dopo quella d’urgenza ottenuta l’11 dicembre 2020“.

Il commissario ad interim della Food and Drug Administration, Janet Woodcock, ha commentato la notizia: “L’approvazione del vaccino Pfizer da parte della Fda è una tappa fondamentale mentre continuiamo a combattere la pandemia. Mentre milioni di persone hanno già ricevuto in sicurezza i vaccini contro il Covid-19, riconosciamo che per alcuni l’approvazione della Fda può ora instillare ulteriore fiducia per farsi vaccinare“.

FONTEAnsa