cashback

La chiusura del programma cashback ha portato ad una lunga catena di italiani scontenti. Il Governo, lo scorso 30 Giugno ha emanato un Decreto in cui si prevede la messa in pausa del programma di rimborsi per i pagamenti effettuati via carta di debito o di credito. La messa in pausa è relativa al secondo semestre dell’anno e parte dal 1 Luglio.

 

Cashback, pausa della misura e destino dei rimborsi

Lo stop del cashback è stata una misura particolarmente invisa a coloro che lo scorso inverno non avevano avuto modo di partecipare immediatamente al programma, per un ritardo sull’iscrizione dell’app IO.

Anche la politica si è divisa su questa decisione. Parte della maggioranza a sostegno del Governo infatti non è d’accordo con questa misura che, sulla carta, dovrebbe essere utile per il contrasto dell’evasione fiscale e per il rilancio dei consumi nel post pandemia.

Come detto, il programma cashback è stato messo ufficialmente in pausa per tutti gli italiani a partire dal 1 Luglio. Stando alle norme ed all’attuale messaggio dell’app Io, il programma dovrebbe ripartire dal prossimo Gennaio. Su questo fronte però è impossibile dare una conferma certa e la strada della cancellazione definitiva è tutt’altro che impossibile.

Una buona notizia, invece, arriva sul fronte dei rimborsi accumulati nella prima parte dell’anno. Il Governo ha annunciato che tutti i rimborsi previsti per gli italiani che hanno partecipato al programma cashback saranno regolarmente evasi. L’accredito da parte dell’Agenzia delle Entrate per le somme tra 1 Gennaio e 30 Luglio è partito già in queste settimane.