bollo-auto-addio-tassa-chi-non-paga-pace-fiscale

Finalmente il grande sogno sta diventando realtà. L’occasione sicuramente non è felice, ma ha fatto sì che il bollo auto subisse una serie di modifiche sia a livello regionale che nazionale. Questo a causa dell’emergenza sanitaria obbligata dallo scoppio della pandemia di Covid-19. Infatti, oggi sono tutti pronti a dire addio al bollo auto, la tassa più odiata in assoluto. Scopriamo insieme chi non paga e chi può stracciare i debiti accumulati negli ultimi anni.

 

Bollo auto: qualcuno può dire addio agli scheletri nell’armadio

Purtroppo sono tante le famiglie che nel corso degli ultimi anni hanno accumulato debiti in merito al mancato pagamento del bollo auto. Una situazione non certo favorevole per loro, viste le more applicate a ogni anno di ritardo e le Cartelle Esattoriali passate nelle mani dell’Agenzia delle Entrate.

Tuttavia l’emergenza Covid-19 ha fatto sì che il Governo Draghi realizzasse e approvasse un provvedimento in aiuto di chi si trova in affanno. Cause a parte, questi utenti potranno dire addio agli scheletri nell’armadio fatti dal mancato pagamento del bollo auto. E in questo caso non c’entrano le Regioni.

In sostanza, grazie alla pace fiscale, tutte le cartelle esattoriali comprese nel periodo di tempo che va dal 1° gennaio 2000 fino al 31 dicembre 2010 verranno automaticamente cancellate. Ciò vuol dire che non esisteranno più. Tra queste rientra anche il bollo auto rimasto insoluto in questi anni.

Ovviamente per poter accedere a questo speciale beneficio, che farà dire addio al bollo auto, occorre che tali cartelle esattoriali rispondano ad alcuni requisiti:

  • il loro importo deve essere inferiore o uguale a 5.000 euro;
  • il richiedente non deve aver superato un reddito pari a 30.000 euro per l’anno di imposta 2019.

Alcune istruzioni possono aiutare l’utente a capire come non pagare il bollo auto e così approfittare di questo ghiotto provvedimento.

 

Buone notizie dalla Regione Lombardia

Arrivano buone notizie anche dalla Lombardia. Infatti alcune categorie di cittadini residenti potranno fare richiesta di rimborso alla Regione per quanto versato lo scorso anno onorando il bollo auto.

Una sorta di premio per aiutare chi nel 2020 ha passato un anno davvero difficile e ha utilizzato l’auto gran poco. Requisiti e utenti compatibili si possono trovare sul sito ufficiale della Regione Lombardia.