tempesta solare

Il ricercatore Gabor Toth dell’Università del Michigan sta cercando un modo di prevedere gli eventi che si verificano prima delle tempeste solari. Lui e il suo team vogliono usare queste previsioni per proteggere la Terra da eventi meteorologici spaziali potenzialmente disastrosi.

Avere a che fare con un clima spaziale estremo potrebbe essere un disastro per la sopravvivenza dell’umanità. Un tale evento deriverebbe da una potente tempesta sul sole. Non ci danneggerebbe direttamente, perché la nostra atmosfera protegge i nostri corpi dai danni che potrebbe fare il sole, ma gli strati superiori dell’atmosfera terrestre e la magnetosfera terrestre potrebbero essere colpiti.

Un potente brillamento solare ha il potenziale per friggere qualsiasi apparecchio elettronico e abbattere le reti elettriche in tutto il mondo. Fortunatamente, non abbiamo avuto un evento meteorologico spaziale davvero importante dal 1859.

Forse avrai sentito parlare di quello che viene chiamato l’evento di Carrington del 1859. Deriva da una potente tempesta solare che ha sconvolto la Terra irradiandola di plasma solare. Ha fritto i fili del telegrafo e produceva aurore così luminose in tutto il mondo che sembrava giorno anche a notte inoltrata.

Al giorno d’oggi potrebbe essere molto pericoloso

Le moderne tecnologie (come il telegrafo) erano scarse nel 1859. Ma una tempesta solare oggi, della stessa magnitudo della tempesta dell’Evento di Carrington, avrebbe conseguenze molto maggiori. Il nostro mondo è ora pieno di tecnologia.

In un moderno evento in stile Carrington, l’elettronica e le reti elettriche verrebbero fritte, i sistemi di posizionamento come i GPS interrotti e gli astronauti e i viaggiatori aerei d’alta quota sarebbero stati colpiti da raffiche di radiazioni solari.

Toth ha detto: “Abbiamo tutti questi asset tecnologici che sono a rischio. Se un evento estremo come quello del 1859 si ripetesse, distruggerebbe completamente la rete elettrica, i sistemi satellitari e di comunicazione. La posta in gioco è molto più alta.”

Ecco perché Toth e il suo team vogliono trovare un modo per avere un metodo più avanzato per analizzare in anticipo la situazione. Gli attuali modelli di computer forniscono solo circa 30 minuti di preavviso. Il team di Toth vuole estendere il tempo fino a tre giorni di anticipo.