blank

Postepay rappresenta lo strumento di pagamento più apprezzato da parte degli italiani ed anche il più popolare. Milioni di persone hanno deciso di affidarsi alla carta di credito ricaricabile di Poste Italiane per i loro acquisti quotidiani, sia in rete che nei punti vendita fisici.

La carta di Poste Italiane garantisce una buona protezione di base dalle truffe, anche se in alcune occasioni i tentativi di phishing via mail fasulle e SMS potrebbero essere insidiosi.

 

Postepay, truffe consolidate con SMS e con le mail spam

Molti malintenzionati sono soliti truffare i clienti di Postepay attraverso gli SMS e le mail spam. I cybercriminali oramai hanno messo a punto una strategia ben consolidata: attraverso comunicazioni di grande impatto, costoro cercano di attrarre l’attenzione dei lettori ed al tempo stesso spingere i lettori a cliccare su alcuni link in allegato.

Cliccando sui link di questi messaggi, i clienti Postepay si espongono ad una serie di pericoli. L’obiettivo principale dei malintenzionati è quello di rubare i dati personali dei lettori in maniera rapida ed istantanea.

Attraverso la condivisione non voluta dei dati personali, i cybercriminali in alcune occasioni riescono anche ad accedere ai risparmi delle potenziali vittime. In questo caso, risulta strategica in senso negativo la presenza delle informazioni di home banking.

Per proteggersi dalle truffe l’attenzione è l’arma principale. Per quanto concerne le mail, gli utenti devono prestare attenzione al dominio. Se questo è speculare a quello Poste Italiane, la mail sarà attendibile. Per gli SMS è bene affidarsi ai canali assistenza ufficiali di Postepay.