Pfizer, grosse novità sugli effetti del vaccino contro la variante Delta

Nulla da fare: il virus non accenna a fermarsi e si evolve con nuove varianti sempre più contagiose. La popolazione infatti da ormai qualche mese sta affrontando la furia della nuova variante Delta del Covid, la quale sta riuscendo ad impensierire di nuovo tutti nonostante la campagna vaccinale prosegua a gonfie vele.

Secondo quanto riportato è fondamentale fare comunque due dosi del vaccino per non avere problemi di ospedalizzazione. Come ha fatto sapere infatti l’Ordine Mondiale della Sanità, il 99% delle persone ospedalizzate risulta non vaccinato. Tornando poi ai vaccini, quelli più utilizzati che sono Pfizer e AstraZeneca, alla popolazione mondiale si chiede quale sia la loro efficacia contro la variante Delta. Dopo tante rassicurazioni arrivate durante questi mesi, ne sarebbero arrivate altre durante gli ultimi giorni. 

 

La variante Delta, i vaccini Pfizer e AstraZeneca e lo studio in Gran Bretagna

L’efficacia dei due vaccini con doppia dose contro la nuova variante del virus sarebbe dell’88%. Questi i numeri del nuovo studio effettuato in Gran Bretagna.

“Nel complesso, abbiamo riscontrato alti livelli di efficacia del vaccino contro la malattia sintomatica con la variante Delta dopo la somministrazione di due dosi”. Queste le dichiarazioni da parte di chi sta lavorando allo studio.

“Queste stime erano solo leggermente inferiori alla stima dell’efficacia del vaccino contro la variante Alfa. Abbiamo scoperto che la differenza assoluta nell’efficacia del vaccino contro la malattia sintomatica con una dose di vaccino con la variante Delta rispetto alla variante Alfa era di circa 12-19 punti percentuali. Tuttavia, le differenze nell’efficacia del vaccino dopo due dosi erano piccole”.