aria condizionata

Di sicuro le alte temperature di questi tempi non sono piacevoli, in special modo quando dobbiamo andare a dormire. Per questo, ci muniamo di attrezzature utili a limitare questo problema, come il ventilatore o il condizionatore. Quello che non sappiamo però è che potrebbe essere seriamente pericoloso per la nostra salute dormire con l’aria condizionata accesa.

Infatti, pare che il tutto non riguardi solo ed esclusivamente uno sbalzo termico che va a provocare mal di schiena e mal di pancia, ma ciò che provoca l’aria condizionata è anche una secchezza della mucosa nasale. La suddetta è molto importante poiché va ad accrescere le difese dell’intero organismo.

La mucosa nasale è in grado di proteggerci ogni giorno da germi, virus e batteri, e soprattutto in periodo di Covid averla sempre efficiente è molto importante. La sua azione è quella di evitare che le cose che abbiamo succitato prima entrino nei nostri polmoni. Tutto ciò che produce la mucosa nasale è fondamentale per le nostre difese immunitarie.

Aria condizionata: come evitare il problema

Fortunatamente però in ogni cosa c’è una soluzione. O evitiamo di dormire col condizionatore acceso, che è anche la scelta più saggia, o facciamo delle altre prove.

Una delle prove che potete fare è tenere l’aria condizionata accesa ma con l’opzione deumidificatore e cercando di non scendere al di sotto degli 8-9 gradi rispetto alla temperatura esterno. In più, sarà anche fondamentale non tenere il getto dell’aria nella direzione del nostro corpo, preferendo anche l’impostazione di un timer di spegnimento del dispositivo.