aribnb

Oggi le truffe sono all’ordine del giorno e, soprattutto in questo periodo estivo, quelle che riguardano le prenotazioni di case vacanza sono molto frequenti. Infatti, su internet si nascondono sempre più malfattori che mettono in condizione centinaia di vacanzieri di prenotare case o ville che in realtà non esistono. Queste sventure stanno accadendo anche su uno dei siti più gettonati in assoluto, ossia Airbnb.

Nonostante il sito sia molto sicuro per la protezione dei dati degli utenti, facendo in modo che non ci siano contatti diretti con gli host al di fuori dei loro sistemi di posta, alcuni malfattori riescono comunque ad aggirare il problema. Infatti, cercano di includere i loro indirizzi mail nelle foto di presentazione delle proprietà o nella descrizione e invitando le persone che stanno per prenotare a pagarli tramite bonifico bancario e non mediante i sistemi interni di Airbnb.

 

Airbnb e le truffe ai vacanzieri: ecco come evitarle

Evitare questo tipo di truffe è molto semplice e basta tenere gli occhi aperti. La prima cosa da tenere in considerazione è quella di evitare i pagamenti tramite bonifico, anche perché a quel punto non sarete più tutelati dal sito. I truffatori cercheranno di proporvelo in continuazione manipolandovi e facendovi credere che state per fare un affare con loro, ma in realtà non è così.

Un altra tecnica da utilizzare è quella della ricerca inversa delle immagini sulle foto che ritraggono la proprietà. Sarebbe una cosa furba da fare andare su Google Chrome e ricercare le immagini di questa tale proprietà. Inoltre, date sempre un occhio attento alle recensioni che hanno fatto anche altri utenti, cercando di caprie soprattutto se sono veritiere o meno.