blank

In Svizzera sembrerebbe abbiano deciso di dedicarsi alla matematica, presso l’Università di scienze applicate dei Grigioni infatti, pare si abbia stabilito un nuovo record nel calcolo dei decimali della costante matematica più famosa del pianeta, parliamo ovviamente del Pi Greco, i cui decimali raggiunti in Svizzera sembrerebbero toccare quota 62.800 miliardi, un numero che ha dell’assurdo considerando che si tratta di cifre dopo la virgola.

 

Le nuove cifre finali del Pi Greco

Stando a quanto dichiarato dall’università, le ultime dieci cifre che ora si conoscono della famosa costante che noi tutti ricordiamo come 3,14 sono: 7817924264.

Raggiungere il nuovo record spiega l’ateneo, ha richiesto molto tempo, esattamente 108 giorni e 9 ore, un lasso che preso singolarmente è effettivamente tale ma che se comparato rispetto al tempo impiegato per i precedenti calcoli risulta davvero breve, ovvero due volte più veloce del record che Google stabilì nel suo cloud nel 2019 e circa 3,5 volte più veloce dell’ultimo record mondiale del 2020.

Ovviamente a effettuare il calcolo ci ha pensato un computer, nel dettaglio l’hardware impiegato nell’impresa consta di un paio di processori AMD EPYC 7542 con 32 core e 64 thread mossi dall’architettura Zen 2, la quale lavora ad una frequenza che oscilla tra i 2,9 e i 3,4Ghz con 128Mb di cache L3, a ciò, dobbiamo aggiungere anche ben 1Tb di RAM, Ubuntu Linux 20.04 installato su un paio di SSD di capacità ignota e un JBOD con 38 hard disk a 7200 RPM con 16 TB ciascuno.

34 di quei dischi sono stati adoperati per memorizzare i valori scambiati dalle RAM, dati calcolati dal software y-Cruncher, configurato per spostare dati in parallelo dal server ai 34 dischi a 8,5 GB/s, il valore del Pi Greco è stato immagazzinato nei restanti 4 dischi.