bollette-modifica-contatori-metodo-pericoloso-per-non-pagarle

Si sta diffondendo un metodo pericoloso per non pagare le bollette. Non solo è illegale, ma mette in serio pericolo la sicurezza degli utenti. Stiamo parlando della manomissione dei contatori. Un fenomeno di cui in pochi ne parlano, ma che esisteva tanto prima, quando i sistemi erano analogici, quanto oggi, con tutte le tecnologie del caso. Ecco i dettagli e, se vivete in condominio, controllate sempre perché la vostra vita potrebbe essere in pericolo.

 

La truffa delle bollette: modificare i contatori per risparmiare o non pagarle

Come vi stavamo dicendo, quella della modifica dei contatori è una vecchia truffa perpetrata ormai da anni. Si tratta di un metodo pericoloso per risparmiare o addirittura non pagare le bollette.

I rischi non sono solo legali, per chi commette questo furto, ma anche fisici. Infatti accedere a un contatore per manometterlo, significa alterarne le sue funzionalità non solo di lettura, ma anche di sicurezza. In molti casi è successo che, non rilevando più corti circuiti, non abbia bloccato il flusso di corrente così da innescare un incendio.

Inoltre, manomettendo i contatori per non pagare le bollette potrebbe portare alla luce cavi o collegamenti che un bambino o qualsiasi adulto potrebbero inavvertitamente toccare rimanendo fulminati.

 

Le nuove tecnologie non sono compatibili con questi raggiri

Infine bisogna anche tener presente che le nuove tecnologie poste nei contatori non sono compatibili con questi raggiri. Decidere di risparmiare sulla bolletta agendo direttamente sul contatore dell’energia, non solo è una scelta poco saggia, ma per niente lungimirante.

Non appena il malintenzionato cerca di accedere al contatore, una segnalazione potrebbe partire immediatamente raggiungendo il fornitore dell’energia elettrica. Oltre al fatto che si tratta di un vero e proprio furto e non un risparmio sulle bollette.

Anche problemi di lettura dell’energia vengono prontamente segnalati. Senza tener conto che i provider fanno una stima sul possibile consumo mensile e differenze notevoli saltano subito all’occhio allarmando le autorità competenti.

Se ci tenete alla vostra salute fisica e mentale, evitando denunce e carcere, meglio non commettere tali raggiri. Buona pratica sarebbe, se abitate in comune con altri, controllare regolarmente se i contatori sono stati modificati e nel caso segnalare i furbetti alle Forze dell’Ordine.