facebook

Facebook sta aggiungendo la crittografia end-to-end per le chiamate vocali e video in Messenger. La società ha annunciato in un post sul blog che sta implementando il cambiamento insieme a nuovi controlli per i messaggi. Alcuni utenti potrebbero anche vedere nuove funzionalità di test relative alla crittografia.

Facebook Messenger ha ottenuto la crittografia end-to-end per i messaggi di testo nel 2016, quando venne aggiunta l’opzione “conversazione segreta” nell’app. Ora, quella modalità supporta anche le chiamate. Facebook afferma che sta aggiungendo la funzione man mano che cresce l’interesse per le chiamate vocali e video, affermando che Messenger ora conta più di 150 milioni di videochiamate al giorno.

L’app di chat di Facebook, WhatsApp, offriva già chiamate con crittografia end-to-end o E2EE, che impedisce a chiunque tranne mittente e destinatario di vedere i dati crittografati. Quindi fai altre app di videochiamata come Zoom, Signal e FaceTime di Apple.

Un nuovo standard

Facebook caratterizza E2EE come “il nuovo standard del settore” tra i servizi di messaggistica. Voci precedenti hanno suggerito che Facebook potrebbe implementare un sistema di messaggistica crittografato end-to-end unificato su WhatsApp, Messenger e Instagram, ma finora ciò non è accaduto.

Mentre le conversazioni di testo stanno ricevendo un aggiornamento “diverso”. Se vuoi impostare la scomparsa di un messaggio, ora potrai scegliere tra più opzioni: potrai selezionare da cinque secondi a 24 ore. (In origine offriva incrementi di un minuto, 15 minuti, un’ora, quattro ore e 24 ore.)

Inoltre, alcuni utenti vedranno un’opzione per le chat di gruppo crittografate end-to-end e le chiamate tra “amici e familiari che hanno già un thread di chat esistente o sono già connessi“. Altri riceveranno supporto per i controlli non E2EE esistenti di Facebook su chi può raggiungerli su Messenger. E infine, se usi Instagram, un “test limitato” offrirà un’esperienza E2EE anche per i messaggi diretti.