contatori-modificatiGli italiani non sono di certo contenti di pagare le tasse, ma comunque è necessario farlo affinché si possano utilizzare dei servizi utili per la vita di tutti i giorni e non solo. Nonostante ciò, ci sono alcuni di questi che provano a raggirare il “problema” con degli aiuti non proprio legali. Infatti, stanno fioccando all’ordine del giorno situazioni dove persone cercano di limitare o azzerare il pagamento delle tasse mediante la modifica di apparati di misurazione, ossia i contatori.

Non molto tempo fa nella nostra Capitale sono state scovate in alcune abitazioni dei contatori modificati. I provvedimenti nei confronti delle persone che hanno agito in questo modo sono stati davvero duri e questo perché, come detto prima, cercavano di abbassare o azzerare il costo delle bollette. Due sono le aziende che hanno subito danni maggiori, ovvero Acea e soprattutto Enel.

Contatori modificati: la truffa del magnete persiste in Italia

La truffa veniva attuata tramite una tecnica assai diffusa, ossia quella del magnete. La suddetta consiste essenzialmente nell’andare a posizionare un magnete di grosse dimensioni di fianco a sopra il contatore. Dopo di ciò, questo andrà automaticamente a rallentare o bloccare i suoi giri. Così facendo, i consumi segnalati saranno nettamente minori rispetto a quelli che sarebbero stati misurati normalmente.

In più, la notizia che veramente ha fatto scalpore è stata quella di uno strano ritrovamento di oggetti non usuali in dotazione alle aziende che si occupano di queste faccende. Infatti, si parla di misuratori, punzonatori e rilevatori, i quali sono strumenti che possono essere adoperati per queste manovre illegali.