blank

Le vendite di Galaxy S21 sarebbero nettamente inferiori a quanto preventivato da Samsung, con lo smartphone che si sarebbe dimostrato, a conti fatti, uno dei top di gamma dell’azienda sud-coreana meno venduti degli ultimi anni.

A rilasciare questi dati sono stati gli analisti di Kiwoom Securities, un importante istituto finanziario con base proprio in Corea del Sud, mentre parallelamente, sono emerse indiscrezioni di un prolungamento di una review interna straordinaria della divisione mobile, proprio a causa dei risultati non brillanti di quest’anno.

 

Samsung si chiede perché il Galaxy S21 non vende come i modelli precedenti

I dati evidenziati dal report dell’istituto sud-coreano non sono in effetti incoraggianti: Samsung Galaxy S21 avrebbe venduto infatti 13,5 milioni di unità rispetto ai 16,4 milioni venduti da Galaxy S20 nello stesso periodo. Ancora più marcato il calo di popolarità se si fa il confronto con il Galaxy S10: il top di gamma del 2019, nello stesso lasso di tempo, aveva infatti venduto ben 37 milioni di unità. Praticamente, a distanza di due anni, S21 ha venduto un terzo rispetto a Galaxy S10.

Kiwoom Securities, nel suo rapporto, spiega come sia difficile trovare una spiegazione logica a numeri così bassi: gli analisti evidenziano il fatto che, secondo le recensioni e le impressioni di chi l’ha usato, la serie Samsung Galaxy S21 si può dire eccellente. In particolare, l’S21 Ultra è stato spesso indicato come il miglior telefono Android del 2021. Nonostante le ottime recensioni, però, i dati di vendita sono estremamente bassi rispetto alle previsioni.

A sottolineare il periodo difficile del settore mobile di Samsung ci sono anche le parole di Neil Mawston, direttore esecutivo di Strategy Analytics: “Le spedizioni di Samsung sono diminuite del -7% su base annua in Europa. Anche se i numeri dei modelli 5G della serie A sono molto buoni, Samsung è presa in mezzo, e sta perdendo il confronto con Apple sulla fascia alta e quello con Xiaomi nella fascia medio-bassa”.