Postepay: truffa phishing nascosta in un messaggio, conti a rischio

L’ente nazione più conosciuto in tutto il paese è senza alcun dubbio Poste Italiane, l’agenzia in giallo vanta infatti una platea di utenti davvero estesa, conquistata negli anni grazie ai propri servizi profondamente integrati con l’infrastruttura del paese e offerti ai clienti ad un costo di gestione davvero accattivante, basti pensare ai famosi conti BancoPosta e alle PostePay.

Ciò ha dunque reso il nome di Poste autorevole e meritevole di fiducia, un elemento che però nasconde un piccolo lato oscuro, spesso infatti il nome dell’azienda viene usato indebitamente per inscenare truffe a carico dei clienti, i truffatori infatti fanno circolare in rete delle mail o degli SMS di phishing creati appositamente per truffare chi legge e spingerlo con l’inganno a consegnare le proprie credenziali o codici di sicurezza delle carte, con esiti indubbiamente infausti.

 

Phishing via SMS Poste Italiane

blank

Come potete ben leggere, in questo caso il phishing prende corpo in un SMS spacciato indebitamente per una comunicazione di Poste che avviserebbe l’utente di un’anomalia riscontrata nel conto da risolvere presso un apposito link inserito poco più in basso.

Inutile stare a sottolineare troppo che si tratta di un falso, un SMS truffaldino evidente, il link infatti rimanda ad una falsa area di accesso di Poste ove le vostre credenziali verrebbero immediatamente copiate e rubate.

Il consiglio è quello di leggere con occhio scettico questo tipo di messaggi, in quanto si tratta nella stragrande maggioranza dei casi di truffe, la struttura è sempre la stessa, non fatevi imbrogliare da nomi forti e parole grosse.