motorola-ecco-tutti-i-modelli-da-collezione-che-hanno-fatto-la-storia

Continua il nostro viaggio tra gli smartphone che valgono una fortuna e hanno fatto la storia della telefonia mobile. Non tutti hanno prezzi inaccessibili, ma restano comunque pezzi unici che gli appassionati del genere apprezzano e cercano. Questa volta scopriamo insieme tutti i modelli prodotti da Motorola che oggi sono veri e propri cellulari da collezione. Il loro valore potrebbe stupirvi.

 

Scopriamo i modelli di Motorola che hanno fatto la storia

Qualche giorno fa, avevamo passato in rassegna tutti i modelli Nokia da collezione. Oggi invece scopriremo insieme i vecchi cellulari prodotti da Motorola che sono ancora vivi nella memoria dei più. Tra l’altro si tratta di pezzi unici che molti cercano per inserirli nella loro collezione personale.

  • Iniziamo con il modello che ha rivoluzionato l’uso dei cellulari per la sua forma e tecnologia. Si tratta del Motorola StarTac 130. Un vero e proprio concorrente agli ultimi usciti in quegli anni di Nokia. La sua scocca a tartaruga ha reso famosa l’azienda statunitense ancora oggi produttrice di smartphone. Se volete acquistarne uno dovrete spendere ben 350 euro.

  • Continuiamo con un modello più esuberante, il Motorola StartTac 70 Rainbow. Inconfondibile per la sua apertura a conchiglia, rispetto al suo genitore, si rivolgeva a un pubblico giovane per i suoi colori vivaci e in armonia con la moda degli anni ’90. Il suo prezzo può arrivare fino a 500 euro.

motorola-da-collezione-startac-70-rainbow

  • Passiamo ora al Motorola V60i. Uscito nel 2002 è stato uno dei modelli particolarmente apprezzati da chi, fedelissimo al marchio, aveva deciso di acquistarlo. Se tenuto in perfette condizioni e funzionante, oggi questo gioiellino della storia potrebbe valere quasi 1.000 euro.

  • Infine, ecco a voi un modello che ha ispirato l’azienda nel produrre un suo recente smartphone. Stiamo parlando del Motorola Razr V3. Il suo debutto nel mercato dei cellulari è avvenuto nell’ormai lontano 2004. Il costo non era di certo economico, 700 euro sull’unghia. Negli anni però non ha acquistato valore. Oggi se ne trovano in vendita alcuni, ma per poter ricavare un centinaio di euro deve essere un modello ad edizione limitata con colori particolari.