Cashback, Cashback di Stato, Governo

L’estate è la stagione dello stop al programma cashback. Nelle precedenti settimane, attraverso un apposito Decreto lanciato dal Governo lo scorso 30 Giugno, il sistema di rimborsi per i pagamenti con carta di credito e con carta di debito è stato interrotto, anche se per ora in via del tutto provvisoria.

 

Cashback, pausa della misura e destino dei rimborsi

La pausa del programma cashback ha lasciato scontenti molti cittadini, sia coloro che hanno preso parte all’iniziativa nella prima parte dell’anno sia coloro che desideravano iscriversi proprio nel secondo semestre.

Il programma per i rimborsi con la moneta virtuale è bloccato a partire dal 1 Luglio. Anche attraverso l’app Io, il programma dovrebbe ripartire nel 2022. A tal proposito, però, è impossibile garantire alcun genere di certezza ai partecipanti dato che l’ipotesi di uno stop definitivo è tutt’altro che remota.

La discussione politica nel corso delle precedenti settimane è stata molto accesa. Parte della maggioranza ad esempio ha difeso a spada tratta il cashback, con le regioni che avevano portato alla sua nascita. Gli obiettivi di questa misura erano infatti una drastica lotta all’evasione fiscale e la volontà di favorire la ripresa dei consumi nel periodo post pandemico.

Importante questione sarà ora quella relativa ai rimborsi già programmati nella prima parte dell’anno. Su questo fronte il Governo ha delineato alcune FAQ per i partecipanti. Anche se attualmente i rimborsi sono bloccati, gli italiani idonei riceveranno la somma pattuita. L’accredito da parte dell’Agenzia delle Entrate per le somme accumulate tra 1 Gennaio e 30 Luglio partirà nelle prossime settimane.