IPTV: Sky e DAZN di nuovo gratis grazie a WhatsApp, il blocco non c'è più

In queste settimane di avvicinamento verso la prossima stagione calcistica, tanti appassionati stanno organizzando il loro programma per l’anno in arrivo. La nuova divisione dei diritti tv spingerà tanti tifosi ad attivare un piano per DAZN. Altri utenti, per risparmiare qualcosa ogni mese, continueranno ad affidarsi allo streaming IPTV. 

 

IPTV, la stangata dello streaming illegale per i clienti

La tecnologia dello streaming illegale continua ad essere molto popolare in Italia, nonostante le recenti operazioni delle forze dell’ordine, nel periodo dei campionati europei. La promessa di risparmi mensili per gli utenti è più allettante di qualsiasi rischio.

I pericoli per chi opta per lo streaming illegale sono per sempre molti. Ad esempio, coloro che si avvicinano all’IPTV possono incorrere in una serie di truffe. Come noto, questa tecnologia si propaga attraverso WhatsApp e Telegram. In molte occasioni, gli utenti si sono trovati a pagare un abbonamento senza ricevere alcun servizio in cambio.

Attenzione anche alle sanzioni giuridiche. Come dimostrato dalle recenti operazioni della Guardia di Finanza, chi trasgredisce e si affida all’IPTV può incorrere in una multa dal valore di 30mila euro. In alcune circostanze è anche prevista la galera sino a tre anni.

Lo streaming IPTV senza un ticket regolare per DAZN o anche per Sky si basa anche sui canali VPN. Di per sé, la tecnologia è legale e rappresenta uno strumento consigliassimo e facile da usare per qualsiasi utente per navigare protetti in rete, e che se usato con i più noti servizi di streaming (Netflix, Amazon Prime Video) da accesso a cataloghi più vasti. NordVPN, la migliore VPN attualmente in rete, offre un ottimo servizio ed è in offerta con un prezzo scontatissimo.