Microsoft, Windows 11, Windows 10, sistema operativo, update, TPM 2.0

Uno dei temi caldi nel mondo dell’informatica negli ultimi mesi è stato senza dubbio Windows 11, il sistema operativo in arrivo e offerto da Microsoft ha infatti fatto molto parlare di se per i suoi stringenti requisiti di sistema da rispettare, molto esclusivi non tanto per le prestazioni bensì per la sicurezza, il TPM 2.0 in particolare ha creato molto malumore nella community.

Microsoft però a quanto pare resterà inamovibile e farà di tutto per impedire l’installazione dell’OS su sistemi ritenuti inadeguati, una scelta dettata dalla volontà dell’azienda di avere macchine sicure e molto produttive, basti pensare appunto al fattore TPM.

Dopo la fase di test primaria, Microsoft ha finalmente rilasciato la beta disponibile a tutti di Windows 11, ovviamente scaricabile da chi soddisfa i requisiti di sistema, scopriamo come ottenerla.

 

Programma Windows Insider

Per poter scaricare e installare la beta di Windows 11 dovrete essere iscritti al programma Windows Insider, se non lo siete vi basterà recarvi nella pagina ufficiale del programma e accedere con l’account Microsoft, dopodiché registrarvi nella piattaforma.

Una volta fatto, sul vostro PC, vi basterà recarvi nelle impostazioni e cliccare sulla voce “Aggiornamento e Sicurezza”, nel menù che si aprirà cliccate sulla voce “Programma Windows Insider”, così facendo, se il vostro PC rispetterà i requisiti minimi per l’installazione di Windows 11, potrete procedere all’aggiornamento con la beta dell’OS, altrimenti la pagina non si sbloccherà e visualizzerete l’avviso “Il PC non rispetta i requisiti hardware minimi consigliati per Windows 11 e potrebbero esserci problemi o bug che influiscono sull’esperienza”, segno che invece non potrete installare Windows 11.