blank

Gli smartphone al giorno d’oggi sono considerabili dei veri e propri scrigni del tesoro, solo che a differenza di questi ultimi, i preziosi contenuti al loro interno non sono gioielli o pietre preziose bensì dati, parliamo di dati di ogni tipo quali: files, immagini, chat o codici di sicurezza, che per l’hacker giusto possono valere davvero oro.

I dati infatti possono essere utilizzati per numerosi tipi di reati, dal furto di identità al ricatto e gli hackers per cercare di accaparrarseli sfruttano spesso i malware, i quali sono nient’altro che dei piccoli software camuffati da applicazioni anche abbastanza banali, scritti appositamente per penetrare all’interno di uno smartphone e cominciare a carpirne tutti i dati importanti.

Per evitare di essere infettati serve tanta attenzione e soprattutto bisogna evitare di scaricare dei files da fonti non certificate come ad esempio il semplice web.

 

Cosa fare se si viene infettati

Se si viene infettati da un malware prima di tutto bisogna mantenere la calma e la lucidità, dopodiché prendere in mano la situazione, elemento che passa dal disconnettere immediatamente il dispositivo da internet, in tal modo il malware non potrà comunicare con il suo creatore o peggio inviargli i tuoi dati.

Una volta proceduto con la disconnessione, la migliore idea sarebbe quella di effettuare un hard reset del dispositivo, in tal modo eliminerete completamente ogni modifica o personalizzazione installata dal software malevolo e sarete certi della sua cancellazione.

Per farlo dovrete accedere al recovery menù, a cellulare spento premete i tasto power e volume +, una volta entrati recatevi nella sezione wipe ed effettuate “Wipe data factory Reset” e “Wipe dalvik Cache” confermando con il tasto power, così facendo il vostro cellulare tornerà allo status post acquisto.