Amazon

Il mondo delle criptovalute a partire da fine maggio pare che abbia affrontato una vera e propria fase di “bear market“, il quale è stato caratterizzato in particolar modo da spinte ribassiste che hanno trascinato il prezzo dei principali asset verso valori davvero bassi che non si vedevano da moltissimo tempo.

Le notizie delle ultime settimane riguardo le criptovalute erano negative, a partire dalla recente proposta di tracciamento dell’Europa sino ai problemi di Binance e gli ormai categorici divieti da parte della Cina. Questa situazione ha destabilizzato totalmente il mercato, tuttavia nelle ultime ore sembra che la situazione sia migliorata di parecchio. Infatti, mediante vari annunci che hanno spinto l’interesse di Bitcoin, la criptovaluta è tornata vicino ai 40mila dollari, dopo che la settimana scorsa era scesa di nuovo sotto i 30mila dollari.

blank

Dunque, nelle scorse ore, si può dire che l’andamento del Bitcoin è migliorato di molto ma si è comunque molto lontano rispetto a questa primavera. Non si può ancora parlare del ritorno del bear market, tuttavia è fondamentale notare come gli annunci delle ultime ore abbiano dato un segnale positivo dopo tanti mesi di incertezza. Il primo segnale è arrivato dopo il dietrfront parziale di Tesla, ma in realtà ha inciso di più la scoperta di un annuncio lavorativo che parla di un forte interesse di Amazon per le valute digitali.

Criptovalute e Amazon: sboccia un’importante interesse

L’annuncio è tutt’ora disponibile e conferma che Amazon sta andando alla ricerca di una nuova persona che si va ad occupare della direzione di un progetto riguardante le valute digitali e allo sviluppo di prodotti riguardanti la blockchain, che entrerà a far parte del team che gestisce tutto il comparto pagamenti.

Quello che colpisce particolarmente è il fatto che Amazon stia pensando allo sviluppo di una sua moneta digitale e pare che stia osservando con particolare attenzione ciò che sta accadendo al mondo delle crypto e valutando come queste novità possano essere integrate dentro Amazon.

Quindi, sembra che sia tempo per grandi investimenti per l’azienda che, pochi anni fa, era scettica verso l’uso della blockchain in Amazon per scopi concreti. Anche se questa era l’idea di Andy Jassy nel 2017, ora il mondo delle criptovalute è molto cambiato.