vaccini-report-aifa-ecco-quale-sta-causando-maggiori-effetti-collaterali

Continua la diatriba su quale sia il migliore tra i vaccini anti Covid-19 ad oggi disponibili all’inoculazione. Fermo restando che il rapporto rischi-benefici è sempre a favore dei benefici, sono da poco disponibili nuovi dati. Infatti, diversi giorni fa, Aifa ha pubblicato un nuovo Rapporto di Farmacovigilanza sui vaccini anti Covid-19. Con enorme sorpresa ecco quale sta causando più effetti collaterali. Inoltre due tra i più famosi hanno dovuto modificare il bugiardino sugli eventi avversi. Infine c’è anche una sorpresa in merito all’eterologa con AstraZeneca.

 

Vaccini anti Covid-19: la classifica sugli effetti collaterali

Il nuovo report pubblicato da Aifa, in merito agli eventi avversi, ha svelato quale tra i vaccini ha dato più effetti collaterali. Questi dati sono stati elaborati partendo dalle 49.512.799 dosi inoculate. Di queste solo 76.206 hanno segnalato eventi avversi. Si tratta quindi di una percentuale molto bassa in un rapporto di 154 casi su 100mila dosi somministrate. Inoltre, di queste, circa l’80% si è verificato il giorno stesso o quello successivo all’inoculazione.

Vediamo ora, secondo il rapporto di Aifa quali sono i vaccini anti Covid-19 che hanno portato i pazienti a dover segnalare effetti collaterali:

  1. al primo posto c’è Cominarty di Pfizer e BioNTech. Si tratta del 69% delle segnalazioni. Ovviamente non perché sia più problematico il prodotto, ma alla luce della quantità di dosi somministrate, essendo il 70,6%, è ovvio che si trovi in questa posizione. Alla luce di ciò questo dato non dovrebbe assolutamente preoccupare;
  2. al secondo posto invece troviamo Vaxzevria di AstraZeneca con un 24,7%. Ricordiamo però che il vaccino, al tempo del report, era stato somministrato solo al 17,3% della popolazione;
  3. terzo posto invece per Spikevax di Moderna che si aggiudica un 5,2% in rapporto al 9,6% di dosi inoculate;
  4. infine Janssen di Johnson & Johnson che con l’1,1% di segnalazioni per effetti collaterali è stato somministrato, per ora, solo al 2,5% della popolazione.

Dai dati appena menzionati capiamo quindi che non esiste tra i vaccini quello più o meno pericoloso. Tutto dipende dalle dosi somministrate. Ovviamente, se si vuole fare un paragone sugli effetti avversi, occorre confrontare le due percentuali. Rispettivamente quella degli effetti collaterali in base alle vaccinazioni effettuate con quel prodotto immunizzante.

 

Pfizer e Moderna devono aggiornare il loro bugiardino aggiungendo alcuni effetti collaterali

Notizia nella notizia, Pfizer e Moderna hanno dovuto cambiare il loro bugiardino aggiornandolo e aggiungendo nuovi effetti collaterali. Ecco il comunicato dell’OMS:

Sono stati osservati casi molto rari di miocardite e pericardite in seguito alla vaccinazione con i vaccini Covid 19 a mRna. Le evidenze attuali suggeriscono una probabile associazione causale tra miocardite e vaccini mRna“.

Per Pfizer e Moderna, i due vaccini a mRna messaggero, è d’obbligo quindi aggiungere questi due effetti collaterali a quelli già presenti nelle controindicazioni. Chissà se e come cambieranno le cose quando arriverà il vaccino anti Covid-19 spray.

Concludiamo col menzionarvi che gli ultimi dati indicano come l’eterologa abbia sensibilmente ridotto le segnalazioni di eventi avversi con il mix di vaccini dopo la prima dose AstraZeneca.

 

FONTEAifa