fine-del-mondo-profezie-le-7-previsioni-apocalisse-secondo-stephen-hawking

Il moderno Einstein, lo scienziato Stephen Hawking, aveva profetizzato la Fine del Mondo entro i prossimi 200 anni. Ecco le 7 previsioni secondo Hawking. Scopriamole insieme e vediamo come si immaginava l’arrivo dell’apocalisse questo grande scienziato e cosmologo che ci ha lasciati il 14 marzo del 2018.

 

La Fine del Mondo secondo Hawking

Hawking, pur essendo un grandissimo scienziato e cosmologo, addirittura definito il più famoso dopo Einstein, aveva una visione pessimista riguardo al futuro della Terra. Tra le varie scoperte fatte, rientrano anche alcune previsioni su come arriverà la Fine del Mondo, da lui stimata entro 200 anni.

Iniziamo col precisare che Hawking credeva fermamente nell’esistenza di creature aliene. Ecco perché ha previsto che una delle cause della Fine del Mondo potrebbe essere un’invasione extraterrestre.

Non meglio il risultato di uno studio condotto e realizzato circa 2 settimane prima di morire. L’esito fu che in futuro il nostro universo scomparirà nel buio dello spazio e le stelle si spegneranno tutte esaurendo la loro energia.

Stephen Hawking era anche preoccupato dai risultati scientifici rispetto allo studio dei virus in laboratorio. La capacità umana di ricrearli perfetti e mutati lo spaventava molto perché tale conoscenza, a suo avviso, potrebbe essere utilizzata da qualcuno per distruggere la specie umana e portare così la Fine del Mondo.

Un’altro aspetto della scienza moderna che lo inquietava era l’Intelligenza Artificiale. Non si fidava proprio di questa tecnologia, tanto da ipotizzare che, qualora la Terra fosse resistita per anni, proprio l’IA si sarebbe ritorta contro l’uomo diventando un’arma distruttiva.

 

La Terra come Venere oltre alla sovrappopolazione

Forse non sarete contenti di come la pensava sempre Hawking in merito al futuro climatico del Pianeta. Infatti a suo avviso le condizioni abitative della Terra sarebbero diventate un giorno molto simili a quelle di Venere.

Infine pandemie, carestie e sovrappopolazione saranno, secondo lo scienziato, la causa della fine del mondo se l’uomo non troverà altri pianeti su cui abitare.

Insomma, non sono certo profezie rincuoranti quelle che espresse durante la sua breve vita Stephen Hawking. Chi fosse coraggioso può dare un’occhiata al video sulla fine del mondo, una riproduzione fedele di quello che potrebbe succedere da qui a parecchi anni.

FONTEMeteogiornale