nostradamus-profezie-fine-del-mondo-per-il-2021

Il più longevo veggente della storia è Michel de Nostredame, meglio conosciuto come Nostradamus. Purtroppo le sue profezie non vanno mai in pensione e continuano a tuonare la fine del mondo. Ogni volta è sempre più imminente, ma, come è facile intuire, si rivela sempre in ritardo perenne. Ad ogni modo, causa Covid-19, le quartine di Nostradamus si sono spinte fino all’anno in corso, il 2021. Sedicenti interpreti, a posteriori, sostengono che molte delle sue divinazioni si siano avverate proprio durante lo scorso anno e altre dovranno avverarsi prima della fine di questo. Scopriamo insieme i dettagli.

 

Nostradamus e le nuove profezie riciclate

Il riciclo è un’arte e forse, più che in tema di rifiuti, questa affermazione si addice bene alle profezie di Nostradamus contenute nell’omonimo libro. Come uno zombie continuano a ripresentarsi ogni qualvolta l’umanità si trova a dover affrontare disastri naturali, guerre e da ultimo una pandemia mondiale.

Ad esempio in alcune sue quartine, Nostradamus avrebbe predetto una tempesta solare abbattersi sulla terra. Tutti diranno: “Aveva ragione Michel, in questi giorni la stiamo proprio aspettando“. “Aspetta e spera” recita un antico detto. La notizia di una tempesta geotermica in arrivo a velocità incredibilmente alta è appena stata smentita. Ma se anche fosse vera, un fenomeno di questo tipo non porterebbe di certo a una fine del mondo!

Vedremo l’acqua salire e la terra cadere sotto di essa“. Queste parole di Nostradamus per alcuni sarebbero una chiara definizione del riscaldamento globale e dell’inquinamento climatico a cui stiamo assistendo. Peccato però che gli scienziati abbiano già definito una data in merito alla possibile distruzione della Terra, ma secondo i loro calcoli l’uomo per quel giorno non esisterà più già da diverso tempo.

Infine, un’altra indicazione che arriva dal libro “Profezie” pubblicato nel 1555 è che un asteroide colpirà la Terra distruggendola. Al contrario, nonostante i numerosi corpi celesti che in questi mesi si sono avvicinati, sfiorando il nostro Pianeta, nessuno ha mai impattato. Ma c’è di più, la NASA avrebbe confermato che per i prossimi 100 anni nessun asteroide o meteorite metterà a rischio la specie umana.