WhatsApp: per più motivi le persone abbandonano l'app di fretta

Gli ultimi dati hanno evidenziato una leggera flessione da parte di WhatsApp, applicazione che domina da sempre il mondo della messaggistica ma non solo. Sono infatti tantissime le persone che stanno pensando a quale sia il motivo per restare ancora clienti della piattaforma, la quale è insidiata costantemente dalla concorrenza.

Ovviamente sono stati fatti passi da gigante lungo il corso degli anni, i quali hanno portato nella mente di tutti la consapevolezza che non ci fosse nulla di meglio. Allo stesso tempo però qualcuno è rimasto insoddisfatto di fronte ad alcune peripezie, le quali sembrano ripetersi costantemente. Una di queste è diventata la privacy, la quale non sarebbe poi così spiccata viste le tante truffe che girano all’interno della chat. Proprio riguardando la privacy policy poi è arrivato l’ultimo aggiornamento che avrebbe confuso le carte in tavola a tal punto da far scappare le persone. In realtà è stata solo un’ondata di dicerie, le quali hanno fatto credere che WhatsApp fosse pronta a mettere in pubblica piazza i dati di tutti. In realtà non è stato così, dal momento che l’applicazione non ha fatto altro che concedere qualche informazione in più a Facebook che è proprietaria della piattaforma.

 

WhatsApp: gli utenti scappano ancora ma anche per un altro motivo

Oltre alla questione del nuovo aggiornamento sulla privacy arrivato a maggio, c’è poi la sempreverde storia delle truffe. Gli utenti infatti ne hanno abbastanza, proprio per questo motivo dunque hanno scelto di scappare verso Telegram che al momento si vede passare tra le chat solo il 5% degli inganni.