blank

WhatsApp è diventato durante la pandemia un vero e proprio centro di informazioni per gli utenti. Se alcune informazioni relative al Covid sono state accreditate come vere, la gran parte delle comunicazioni via chat ha rappresentato un ricco bacino di fake news. Anche con i vaccini, bisogna fare attenzione ciò che si legge su WhatsApp. In coincidenza con gli effetti collaterali segnalati per AstraZeneca, sulla chat aumentano i messaggi d’allarme.

 

WhatsApp, le fake news per la campagna di vaccinazione

Le autorità sanitarie guardano a WhatsApp come un vero e proprio boomerang nel campo della comunicazione. Da più parti sono giunte raccomandazioni a non seguire le indicazioni via chat per la vaccinazione contro il coronavirus. Dietro i messaggi sui vaccini potrebbero infatti nascondersi malintenzionati e cybercriminali.

In primo luogo è necessario ribadire che WhatsApp non è al momento una piattaforma utile per l’accesso preferenziale alla campagna vaccinale. Tutte le comunicazioni che parlano di iscrizione al programma, con conseguente compilazione dei form, devono essere bollate come fake news.

In questo caso, è accertato lo zampino di cybercriminali che, attraverso tale stratagemma cercano di accedere a dati e informazioni riservate degli utenti. Vietato quindi compilare form ed altro genere di allegati. Per l’accesso alla campagna di vaccinazione è sempre utile confrontarsi con le piattaforme o i portali attivi su base regionale.

Gli altri messaggi sui vaccini via WhatsApp, specialmente quelli che parlano di effetti collaterali, devono essere poi presi con le molle. Prima di allarmarsi è sempre bene confrontarsi con organi sanitari del territorio.