blank

L’ente nazionale più famoso in tutta Italia è senza ombra di dubbio Poste Italiane, l’agenzia vestita di giallo infatti, ha conquistato i cittadini offrendo dei servizi sempre al passo coi tempi e con dei costi di gestione davvero accattivanti.

Questo ruolo da protagonista però, l’ha resa involontariamente parte concorrente in numerose truffe, i truffatori infatti sfruttano spesso il nome di Poste Italiane per cercare di ingannare gli utenti, spingendoli a consegnare i propri dati sensibili con le loro stesse mani, questo poichè, vantando Poste una platea di clienti così ampia, la possibilità di successo è decisamente più elevata.

Le truffe sostanzialmente avvengono su un palcoscenico chiamato phishing, il quale punta attraverso delle comunicazioni ingannevoli a portare l’utente a dichiarare i dati di primaria importanza, che garantiscono l’accesso ai truffatori ai conti correnti da cui poter derubare poi tutto il denaro in essi contenuto.

 

Phishing poste italiane

blank

In questo caso il phishing prende forma in un SMS spacciato indebitamente per una comunicazione ufficiale di Poste Italiane, il quale avviserebbe di un’anomalia sul conto da dover risolvere presso un apposito link inserito poco più in basso.

Inutile stare a dire che quel link è la pagina di phishing vera e propria, quest’ultima infatti ricalca fedelmente l’area clienti Poste per indurre a digitare le vostre credenziali, che verrebbero così immediatamente copiate e spedite ai truffatori con esiti indubbiamente infausti.

Il consiglio che vi diamo è sempre lo stesso, prestate attenzione e abbiate occhio scettico, dal momento che Poste non usa SMS così caserecci per comunicare con i propri clienti.