blank

La famiglia di dispositivi che arriverà sul mercato come Galaxy S22 saranno i nuovi top di gamma di Samsung, e li vedremo ufficialmente a partire dai primi mesi del 2022. Nelle ultime ore sono trapelate interessanti novità sul loro meccanismo di raffreddamento.

Stando a quanto riferito da SamMobile, Samsung potrebbe affidarsi a qualcosa di già adottato in passato per raffreddare i nuovi Galaxy S22. Scopriamo insieme tutti i dettagli a riguardo.

 

Samsung: ecco in che modo raffredderà il Galaxy S22

Il meccanismo di raffreddamento di tali dispositivi potrebbe corrispondere al metodo con camera di vapore. Questo metodo prevede l’immissione di un liquido refrigerante in una camera a bassissima pressione, il quale passa allo stato gassoso quando la temperatura aumenta, raffreddando l’ambiente esterno, ovvero l’interno dello smartphone.

Una soluzione del genere era stata adottata da Samsung su Galaxy S10+, e anche su alcune delle unità di Galaxy S20 e Galaxy Note 20 commercializzate a livello globale. Non sappiamo perché poi Samsung ha deciso di abbandonare tale soluzione, e nemmeno perché ora sembra tornare sui suoi passi.

A livello tecnico, un metodo di raffreddamento a camera di vapore dovrebbe permettere una migliore dispersione del calore rispetto alla metodologia più comune e pertanto permettere delle prestazioni più spinte da parte del processore. Staremo a vedere se questo accadrà sui nuovi Galaxy S22.