blank

Xiaomi Mi Mix 4 promette importanti progressi sulla tecnologia della fotocamera anteriore nascosta sotto al display, anche nota come UPC. Secondo il noto leaker Ice Universe, non sarà nemmeno possibile identificarla a occhio nudo.

Su smartphone come lo ZTE Axon 20, l’area in cui la griglia di pixel è meno densa, per permettere ad almeno un po’ di luce di raggiungere indisturbata la fotocamera, è chiaramente individuabile, nonostante i render facciano immaginare il contrario. Scopriamo insieme maggiori dettagli sulla fotocamera.

 

Xiaomi Mi Mix 4: la fotocamera sotto al display promette bene

Potrebbe mancare poco più di un mese alla presentazione di Mi Mix 4: le indiscrezioni emerse finora dicono che la fotocamera anteriore potrebbe essere realizzata da Huaxing Optoelectronics. Il compromesso principale sarà, sempre secondo indiscrezioni, la risoluzione: non ci si spingerà oltre il FHD 1080p. Selfie deludenti, quindi? Non proprio: lo smartphone dovrebbe includere un display secondario posteriore, come visto in Xiaomi Mi 11 Ultra.

Il display permetterà quindi all’utente di usare le ben più prestanti (e versatili) fotocamere posteriori. Nelle scorse ore, l’artista 3D HoiINDI ha pubblicato un video concept render di come potrebbe apparire il dispositivo, basandosi sulle informazioni trapelate fin qui. Xiaomi Mi Mix 4 dovrebbe essere un flagship di razza, con davvero pochissimi compromessi dal punto di vista delle specifiche tecniche. Il SoC sarà uno Snapdragon 888 di Qualcomm, la batteria da 4.500 mAh, la ricarica rapida da 120 e 80 W (cablata/wireless).

L’unico compromesso, se così lo vogliamo chiamare, potrebbe essere nel display: Xiaomi ha brevettato una soluzione “waterfall” su tutti e quattro i lati, ma per contenere i costi si ripiegherà su una più tradizionale limitata ai due lati lunghi. Meglio non aspettarsi un prodotto a buon mercato, insomma: il prezzo potrebbe essere superiore addirittura a quello di Mi 11 Ultra.