whatsapp-tweet-rivela-arrivo-funzione-multidispositivo

Ne stiamo parlando già da un mese. WhatsApp, secondo quanto rivelato da Mark Zuckerberg in persona, avrebbe in cantiere 3 novità davvero fantastiche. Anche questa volta è un tweet a rivelare l’imminente arrivo di una delle funzionalità più attese per WhatsApp. Si tratta del supporto multidispositivo. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

WABetaInfo conferma un imminente arrivo su WhatsApp

WhatsApp chiederà il tuo aiuto per testare la prima versione del programma beta multidispositivo. Devi utilizzare la versione beta più aggiornata di WhatsApp per Android e iOS“. Questo è quanto ha twittato WABetaInfo in merito al prossimo lancio della funzione multidispositivo sull’app del Gruppo Facebook.

Da quanto possiamo apprendere l’arrivo del supporto per la versione beta sembra essere davvero imminente. Non si sono fatti attendere i commenti degli utenti che non vedono l’ora di poter testare questa fantastica novità.

Tuttavia, per poter beneficiare di questa opzione e delle altre 2 in programma, occorre essere iscritti al programma beta tester di WhatsApp. Ricordiamo che le 3 nuove funzionalità WhatsApp in arrivo sono:

  • il supporto multidispositivo, che permetterà di sincronizzare il contenuto delle chat di uno stesso account fino a un massimo di 4 dispositivi contemporaneamente;
  • i messaggi Once Viewer, che si cancelleranno subito dopo essere stati letti dal destinatario;
  • un’app di WhatsApp dedicata a iPadOS.

Di queste 3 fantastiche novità quella che sta per raggiungere tutti i beta tester di WhatsApp è proprio il supporto multidispositivo. Se così fosse vorrebbe dire che Zuckerberg sta mantenendo le promesse e quindi anche il programma della sua tabella di marcia relativa all’app di messaggistica istantanea.

Insomma, WhatsApp, nonostante tutte le polemiche di cui è stata oggetto in questi ultimi tempi, si sta rivelando un’app davvero solida, con tanta voglia di crescere. Molte delle funzionalità presenti già da diverso tempo nelle sue concorrenti, ora le sta implementando anche lei. Come si suol dire: “Meglio tardi che mai!”.

FONTEWABetaInfo