tiktok-eliminati-7-milioni-di-account-di-minorenni

TikTok ci sta dando dentro e ha iniziato a fare pulizia. Ha da poco dichiarato di aver estinto dall’app 7 milioni di minorenni con i loro account. Ricordiamo tutti la polemica delle iscrizioni di bambini con un’età inferiore ai 13 anni, limite minimo per partecipare al social network. Ora TikTok sembra fare sul serio. Chissà come l’avranno presa quegli utenti che si sono visti, da un giorno all’altro, sfrattati dalla piattaforma!

 

TikTok spedisce nel limbo 7 milioni di minori

Qualche giorno fa vi avevamo parlato di come difendersi dalle Fake News su TikTok e quanto pericolose fossero perché diffuse da adolescenti non ancora in grado di discernere la bontà delle informazioni.

Oggi però dobbiamo relazionarvi quanto questo social network ha fatto nei confronti dei minorenni. TikTok infatti, sul suo blog ufficiale, attraverso il rapporto sull’applicazione delle Linee Guida ha comunicato che nel primo trimestre sono stati eliminati in totale 11.149.514 account.

Questa enorme operazione di pulizia è partita a seguito delle nuove condizioni generali sulla privacy e sulle linee guida imposte anche dal Garante della Privacy. Tra gli account eliminati dall’azienda, 7.263.952 erano sospetti bambini iscritti a TikTok senza aver compiuto almeno 13 anni.

Ecco la nota ufficiale di TikTok in merito a questi provvedimenti: “Per offrire maggiore visibilità sulle azioni adottate a protezione dei minori, in questo rapporto abbiamo aggiunto il numero di account rimossi perché potenzialmente appartenenti ad utenti minori di 13 anni. Un nuovo tassello che si aggiunge al lavoro già svolto per rafforzare gli strumenti per il controllo della propria privacy per gli adolescenti. Per offrire a genitori e famiglie strumenti educativi e per limitare ai maggiori di 16 anni funzioni quali la messaggistica diretta e le LIVE. Inoltre, al fine di rafforzare l’impegno per mantenere TikTok un luogo per soli utenti +13, miriamo a esplorare nuove tecnologie che ci aiutino a garantire l’età degli utenti in app, una sfida che è comune a tutto il settore“.

FONTETikTok