smartphoneUna realtà che si sta affermando sempre di più nel tempo è quella che riguarda il mondo del collezionismo. Pare infatti che ci siano un mucchio di persone interessatissime a questo mondo, dove fanno qualsiasi cosa pur di riuscire ad ottenere qualche oggetto particolarmente raro che sta circolando in quel momento. Abbiamo parlato di monete rare e di SIM rare, ma oggi invece andremo a parlare nel dettaglio degli smartphone antichi che valgono una fortuna.

Come detto anche prima, moltissimi utenti farebbero qualsiasi cosa pur di riuscire ad accaparrarsi uno di questi modelli. Ma perché? Il primo motivo è rintracciabile nel fatto che sono molto rari, mentre il secondo nel fatto che, se venduti a prezzo giusto e presentati senza particolari segni di usura, possono arrivare a valere anche delle cifre molto importanti.

Smartphone antichi che valgono una fortuna: i modelli che vanno a ruba

I modelli che andremo a vedere di seguito fanno parte di un’epoca ormai andata già da un bel po’ di tempo ma che i nostalgici sicuramente ricorderanno con gioia, ossia gli anno novanta. Questi modelli avevano in sé delle funzioni molto semplici, tra cui una batteria decisamente inesauribile. Questo era dovuto essenzialmente al fatto che quest’ultima non aveva sistemi operativi o app da sostenere, per questo riusciva a durare molto. Ecco di seguito la lista degli smartphone del passato che valgono una fortuna:

  • Ericsson T28 (valore 100 euro);
  • Nokia 8810 (valore 100 euro);
  • Nokia 3310 (valore 150 euro);
  • Motorola Razr V3 (valore 150 euro);
  • Motorola StarTAC (valore 150 euro);
  • Nokia E90 Communicator (valore da 200 a 500 euro);
  • Nokia 9000 Communicator (valore 500 euro);
  • Mobira Senator (valore 1000 euro);
  • Apple iPhone 2G (valore da 400 a 1000 euro);
  • Motorola DynaTAC 8000x (valore 1000 euro).