variante-delta-europa-contagi

La situazione in Europa è chiara, la variante Delta del coronavirus sta causando un aumento dei contagi non indifferenti. I numeri parlano chiaro, negli ultimi sette giorni si sono registrati 434.870 nuovi contagi mentre nei precedenti sette erano 310.913. Si sta parlando di un aumento del 40% e sono diversi i paesi che hanno contribuito in modo sostanziale a questa situazione.

La variante Delta sta ribaltando lo scenario che ci si aspettava. L’inizio dell’estate di quest’anno stava risultando identico a quello dell’anno scorso, ovvero una riduzione sostanziale dei contagi. Il suddetto ceppo invece sta risultando troppo più contagioso, anche più di quello che ci si aspettava visto ora si parla di un tasso maggiore del 60% rispetto alla variante inglese.

 

Variante Delta: l’aumento dei contagi

Finora si è parlato principalmente del Regno Unito come focolaio più grave di Europa della variante Delta, ma allo stato attuale ci sono diversi paesi che fanno i conti con numeri così alti da essere spiegabili proprio dal ceppo in circolazione. Un esempio è la Spagna che a confronto delle due ultime settimane ha visto un aumento del 105%. In una situazione simile anche il Portogallo con un aumento del 51%.

Non tutti i paesi però si trovano in questa situazione, come Germania e Italia. Rispettavano si sono registrati una diminuzione del 22% e del 15% anche se però la variante Delta circola questo significa che bisogna fare attenzione alla trasformazione successiva dei numeri. Basta poco per ritrovarsi nello scenario peggiore anche se i vaccini finora inoculati rendono tutto meno preoccupante a livello generale.