euro-2020-oms-europei-contagi

Gli Europei di calcio sono una competizione sportiva ovviamente sentita nel nostro continente, ma la situazione attuale non l’ha favorita e ha causato qualche problema. I continui spostamenti hanno veicolato il coronavirus e la variante Delta in diversi paesi tanto che ci sono stati diversi aumenti nei numeri. L‘Organizzazione Mondiale della Sanità non ci va leggere e da la colpa a Euro 2020 e a come è stato portato avanti.

Le parole di un portavoce dell’OSM su Euro 2020: “Dobbiamo guardare molto oltre gli stadi stessi. Dobbiamo guardare come arriva la gente, viaggia su grandi convogli affollati di autobus? E quando escono dagli stadi, entrano in bar e pub affollati per guardare le partite? Sono questi piccoli eventi continui che stanno guidando la diffusione del virus.”

 

Euro 2020: l’aumento dei contagi in giro per l’Europa

Se da un lato la UEFA può aver ragione sulle misure tenute relativamente agli stadi, c’è tutto il discorso di quello che avviene fuori. Ci sono ormai diversi casi esplicativi di come Euro 2020 ha causato la comparsa di diversi focolai un po’ ovunque. Tra questi c’è la Finlandia e la Scozia i cui tifosi sono andati in Russia e in Inghilterra, i due paesi che al momento stanno registrando più nuovi casi di tutti.

Per 10 settimane in interrotte in Europa i casi di Covid-19 giornalieri sono continuati a diminuire, ma nell’ultima settimana sono aumentati invece del 10%. L’effetto è stato causato senza ombra di dubbio da Euro 2020. Considerato che molti dei nuovi casi sono causati dalla variante Delta, ci si aspetta un nuova ondata, ma con meno ospedalizzazioni e morti grazie ai vaccini.