blank

Il 24 Giugno Microsoft ha fatto un annuncio che ha quasi un valore storico, l’azienda capitanata da Bill Gates ha infatti presentato al mondo Windows 11, il sistema operativo che prenderà in eredità l’altissima reputazione di Windows 10, con l’obbligo di mostrare il salto di qualità e generazionale che tutti si aspettano.

Ovviamente quando si tratta di sistemi operativi, il primo pensiero va direttamente ai requisiti hardware necessari per la loro esecuzione, Microsoft li ha fortunatamente resi noti e ha reso nota anche la lista di CPU ufficialmente supportate per l’esecuzione di Windows 11 ufficiale.

 

Le CPU supportate

L’elenco dei processori supportato è davvero molto ampio, anche se sospettiamo (e forse speriamo) che Microsoft durante l’anno lo amplierà, la lista infatti include le CPU Intel a partire dall’ottava generazione, scalzando fuori quelle di sesta e settima, cosa che ha fatto storcere non poco il naso agli utenti, per quanto riguarda AMD invece, sono supportati processori che vanno da AMD Ryzen 3 3250C a AMD Ryzen Threadripper PRO 3995WX.

Tuttavia le CPU indicate sono quelle che secondo Microsoft possono far girare Windows 11 in modo ottimale, ciò non toglie che probabilmente anche CPU non presenti possano farlo, pur dovendo rispettare alcuni requisiti minimi:

  • CPU: con due o più core a 64-bit da almeno 1GHz e che facciano parte della lista di processori compatibili;
  • RAM: 4GB o maggiore;
  • Archiviazione: è richiesto uno spazio di almeno 64GB;
  • GPU: compatibile con DirectX 12 o successivo, con driver WDDM 2.0;
  • BIOS: UEFI;
  • TPM 2.0
  • Display: risoluzione 720p o superiore e diagonale di almeno 9”.