pfizerArrivano buone notizie sul fronte dei vaccini a mRNA come il Pfizer. Da quando si è iniziata la produzione dei vaccini si è parlato della durata del loro effetto; in un primo momento la copertura era stata prevista per una durata di tempo che poteva raggiungere i sei mesi. Ora però sembra che questi tempi possano ulteriormente dilatarsi almeno, come già specificato, per quelli ad mRNA.

A dare la notizia un gruppo di ricercatori svizzeri che sostiene come i vaccini come Pfizer e Moderna possano proteggere dalle forme più gravi della malattia anche per un periodo di tre anni. Un’eventualità che se dovesse essere confermata contribuirebbe nel dare una svolta alla gestione della pandemia.

Pfizer: il vaccino è efficace ma arriva la variante delta

 

Insomma sembra proprio che il vaccino Pfizer e quello Moderna possano risultare più efficaci di quanto si fosse inizialmente pensato almeno pere quanto riguarda la durata. Proprio l’aspettò temporale non va sottovalutato; da questo fattore infatti dipendono molte questioni legate alla gestione della pandemia. In base alla durata dell’efficacia dei vaccini, per fare un scempio, dipenderebbe la durata del green pass che sta per essere lanciato in tutta Europa o più banalmente la gestione dei richiami.

In tutto ciò poi c’è anche da tenere conto della comparsa della nuova variante delta. I primi test sembrano confermare la resistenza del vaccino anche contro la variante, specie se completo di entrambe le dosi. Tuttavia la natura di questo nuovo ceppo sembrerebbe richiedere un numero di anticorpi cinque volte maggiore rispetto a quelli attualmente più diffusi.