WhatsApp: il messaggio parla di lockdown e di un buono Esselunga da 500 €

C’è stata un grande cambiamento per WhatsApp in questa prima parte del 2021, un cambiamento che ancora oggi fa molto discutere il pubblico e gli addetti ai lavori. Lo scorso mese di Maggio, a seguito dell’annuncio dato in inverno, la piattaforma di messaggistica ha modificato le sue condizioni per la privacy degli utenti. A causa di tali modifiche, molte persone hanno abbandonato in via definitiva la chat.

 

WhatsApp, ancora polemiche per l’addio degli utenti alla chat

Come noto, attraverso le ultime norme WhatsApp regolamenta il suo rapporto con le altre piattaforme ed in particolare con Facebook. I tecnici della piattaforma si riservano infatti di condividere informazioni riservate delle chat degli utenti con il social network. La concisione dei dati è finalizzata per una rimodulazione delle pubblicità sul social network.

La possibile condivisione delle informazioni riservate tra WhatsApp e Facebook già rappresentava una possibile impostazione a discrezione degli utenti. La novità di questo 2021 sta nell’aver introdotto l’obbligo di consenso.

Gli utenti di WhatsApp sono stati chiamati durante gli scorsi mesi ad accettare le ultime regole della piattaforma, pena l’esclusione diretta dal servizio. I tecnici avevano concesso lo scorso Febbraio una proroga ai termini della rimodulaziona, proroga però scaduta dal 15 Maggio.

Ad oggi, tante persone hanno scelto di non aderire a queste novità di WhatsApp e pertanto sono state escluse dalla piattaforma di messaggistica. Le polemiche, in tal senso, ancora non si sono placate. La maggior parte del pubblico in uscita da WhatsApp si è ora accasato in altre chat, come Telegram o Signal.