Vodafone: operatore nello scandalo, i nuovi aumenti non hanno pietà per nessuno

Diciamocelo chiaro e tondo, non tutte le compagnie telefoniche sono come Iliad. Questa da sempre rispetta la fiducia dei suoi clienti mantenendo invariate le tariffe iniziali. Non si può dire lo stesso dell’operatore Vodafone che fin da subito ha apportato degli importanti aumenti di prezzo alle proprie promozioni. Ebbene, la storia si ripete sulle nuove tariffe.

Vodafone: i nuovi ed inaspettati aumenti lasciano tutti senza parole

Già da tempo l’operatore aveva pubblicato un avviso riguardante un aumento di alcune tariffe a partire dal 23 giugno. Questo ha però aggiornato la comunicazione includendo una nuova data:

“Il costo delle medesime offerte dei clienti privati ricaricabili che avranno ricevuto la relativa comunicazione via sms il 1° giugno aumenterà di 1,99 euro al mese a partire dal 2 luglio 2021“.

Ad ogni modo non è chiaro quali siano le offerte coinvolte, dunque gli utenti interessati verranno informati dall’azienda stessa tramite un SMS.

Nel comunicato è poi riportato: “A partire dal 1° giugno, i clienti interessati dalla modifica avranno la possibilità di attivare giga aggiuntivi in regalo per 12 mesi chiamando il 42100 entro il 30/06“. Insomma, “uno scambio equo” come lo considera l’azienda Vodafone.

Come fare per rifiutare l’aumento di prezzo della propria tariffa telefonica? Molto semplice. L’utente può scegliere tra diverse modalità di recesso:

  • sul sito voda.it/disdetta;
  • nei negozi Vodafone;
  • inviando una raccomandata A/R a Servizio Clienti Vodafone, casella postale 190 – 10015 Ivrea (TO);
  • scrivendo una mail alla PEC disdette@vodafone.pec.it;
  • chiamando il 190.

Insomma, sebbene gli aumenti degli operatori siano sempre urtanti, almeno per quanto riguarda Vodafone vi è una semplificazione sul passaggio ad un’altra compagnia in caso di recesso.