contatori modificatiI casi di contatori modificati o manomessi continuano ad aumentare nel nostro paese benché il lavoro delle forze dell’ordine sia spesso ligio ed efficace. Con la locuzione contatori modificati si indicano tutte quelle pratiche che permettono di ottenere un risparmio grazie alla manomissione dei contatori della luce. Le tecniche utilizzate sono tante, tutte diverse tra di loro, ma una spicca sulle altre. Pariamo della truffa del magnete.

La truffa del magnete consiste nel posizionare un magente sufficientemente forte sopra il proprio contatore; in questo modo il conteggio si altererà e si potrà ottenere una forte riduzione, o addirittura un azzeramento, dei costi della bolletta elettrica. Se state pensando di mettere in atto questa tecnica però c’è una cosa da tenere bene a mente.

Contatori modificati: pozioni durissime per chi fa il furbetto

 

La legge italiana prevede delle pene molto pesanti per gli utenti che provano a modificare i propri contatori e i loro conteggi; a questo poi va aggiunto che molti contatori ormai sono dotati di speciali sensori che permettono di individuare la manomissione.

Secondo il codice penale, manomettere il contatore è un reato a tutti gli effetti, le pene per chi attua queste truffe ai danni delle compagnie energetiche prevedono sia un periodo di detenzione che una ammenda. La condanna può portare a un periodo detentivo che varia dai sei mesi fino ai quattro anni. Per quanto riguarda invece l’ammenda parte da 103 euro ma può raggiungere anche i 1032 euro. Delle punizioni molto severe che dovrebbero disincentivare la perpetrazione di questo genere di reati.