IPTV: rischi e benefici ma alla fine vince la Guardia di Finanza, multati in duemila

La scelta di molti è ricaduta già diversi mesi fa sui classici abbonamenti pirata, i quali sono ritornati di moda da circa cinque o sei anni. Purtroppo quello che gli utenti non sanno è che si rischia tanto, visto che si tratta di soluzioni altamente illegali. Stiamo parlando infatti di piattaforme IPTV che riescono a riprodurre tutti i contenuti delle TV a pagamento che stanno dunque risentendo molto della situazione. A tal proposito la Guardia di Finanza sta cercando di fare il possibile pur di sgominare queste organizzazioni, indagando su tutto il territorio italiano. Secondo quanto riportato i frutti di tutte le operazioni sarebbero davvero ottimi.

L’uso delle VPN ha contribuito alla crescita di questi servizi. Sfruttata in modo legale, una VPN è un servizio consigliatissimo e facile da usare essendo protetti in rete, e che se usato con i più noti servizi di streaming (Netflix, Amazon Prime Video) da accesso a cataloghi più vasti. NordVPN, la migliore VPN attuale, offre un ottimo servizio ed è in offerta con un prezzo scontatissimo.

 

IPTV: ora si rischia davvero tanto, ecco 2000 utenti beccati e multati subito

La Guardia di Finanza è venuta a conoscenza mediante le sue indagini e i suoi controlli di due piattaforme, una in Sicilia e uno in Svizzera. A quanto pare 22 gestori sarebbero stati indagati e in procinto di essere multati da 2000 a 25.000 €. Non finisce qui però, visto che c’erano anche 2000 utenti iscritti alle piattaforme, i quali saranno multati per oltre 1000 €. Bisogna quindi tornare alla normalità con i classici abbonamenti.